"Niente patente perché sei gay": ora lo Stato gli deve dare 100mila euro

La Corte d'Appello di Palermo stabilisce un maxi risarcimento nei confronti di un uomo a cui nel 2001 venne sospesa la patente perché si era dichiarato omosessuale

Clicca qui per leggere l’articolo originale